I nostri servizi



Elba Assicurazioni SpA mette a disposizione dei propri Clienti metodi semplici ed affidabili per soddisfare le proprie esigenze operative

I nostri servizi



Elba Assicurazioni SpA mette a disposizione dei propri Clienti metodi semplici ed affidabili per soddisfare le proprie esigenze operative

La firma digitale è l’equivalente elettronico della firma autografa, ed ha lo stesso valore legale.

Associata ad un documento elettronico ne garantisce:

  • Valore legale: il documento elettronico sottoscritto digitalmente ha lo stesso valore legale di un documento cartaceo sottoscritto con firma autografa.
  • Autenticità: garanzia dell’identità di chi firma.
  • Integrità: garanzia che il documento non è stato manomesso dopo la sottoscrizione della firma.
  • Non ripudio: l’autore non può disconoscere il documento firmato.

Elba Assicurazioni Spa, per favorire una più snella procedura di gestione (emissione e conservazione) delle polizze si avvale della tecnologia della firma digitale nel pieno rispetto della normativa in vigore.

Con la collaborazione di ITside Spa, Elba Assicurazioni Spa ha implementato una soluzione che attraverso il suo portale web, consente:

Emissione della polizza e firma digitale della stessa da parte di un procuratore di Elba Assicurazioni Spa.

Firma digitale del Contraente, e di eventuali Coobbligati, tramite l’utilizzo di un software dedicato “Elba SignClient” e del dispositivo locale (USB Key o Smart Card) di firma digitale già in uso al Firmatario. Il software è disponibile gratuitamente per il download per PC con MS Windows 7 / 8 / 10.

Verifica on-line della validità delle firme digitali, visualizzazione e download della polizza in chiaro, formato pdf.

Download della polizza digitale firmata (documento che, in linea con lo standard in vigore, ha estensione p7m) e possibilità di verificarne l’autenticità con tool di terze parti o attraverso altri siti di verifica on-line suggeriti ( AgID pubblica una lista di software e servizi on-line certificati per la verifica dei files firmati digitalmente: http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/infrastrutture-architetture/firme-elettroniche/software-verifica).

La soluzione permette quindi un processo completamente digitale, senza l’uso di documenti cartacei, tale da garantire in tempo reale, a tutte le parti coinvolte, la validità dei Documenti emessi.

Come funziona la firma digitale:

L’elemento chiave di un sistema di firma è rappresentato dal Certificato digitale di sottoscrizione che un ente Certificatore (una Certification Authority – CA) accreditato presso l’Agenzia per l’Italia digitale (AgID), rilascia al titolare di un dispositivo di firma (es.una smart card).

Il certificato di sottoscrizione è un file che contiene al suo interno informazioni sull’identità del titolare, la chiave pubblica attribuitagli al momento del rilascio, il periodo di validità del certificato stesso oltre ai dati del certificatore che lo ha rilasciato.

Il certificato di sottoscrizione, una volta entrato a far parte dell’elenco pubblico dei certificati, tenuto dal certificatore, garantisce la corrispondenza tra la chiave pubblica e l’identità del titolare permettendo, a chi riceve un file firmato digitalmente, di verificare la validità del certificato stesso e di ottenere informazioni sul firmatario del documento informatico.

Al fine di attribuire pieno valore legale ai documenti sottoposti a firma digitale è necessario ottemperare alla normativa italiana in materia. In particolare al DPCM del 30.03.2009 e successive modifiche. La sua copia cartacea ha valenza probatoria ai sensi dell’art 16 del D. Lgs. del 30/12/2010, n. 235.

La firma digitale del documento, la sua originalità e la corrispondenza del suo contenuto sono verificabili, secondo la regolamentazione definita da AgID ( http://www.agid.gov.it/firma-digitale ).

L’ente certificatore accreditato presso AgID ( https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/firma-elettronica-qualificata/prestatori-di-servizi-fiduciari-attivi-in-italia ) e scelto da Elba Assicurazioni Spa per l’implementazione del servizio è ACTALIS S.p.A.

Il CNIPA viene istituito dall’art. 176 del d.lgs 30 giugno 2003 n. 196 (Codice per la protezione dei dati personali) in sostituzione dell’Autorità per l’informatica nella pubblica amministrazione (AIPA), della quale conserva le attribuzioni. Ai sensi del d.lgs. 1º dicembre 2009, n. 177 “Riorganizzazione del Centro nazionale per l’informatica nella pubblica amministrazione, a norma dell’articolo 24 della legge 18 giugno 2009, n. 69” cambia nome in DigitPA. Successivamente, secondo quanto disposto dal D.L. 22 giugno 2012, n. 83 “Misure urgenti per la crescita del Paese” (convertito con Legge 7 agosto 2012, n. 134), DigitPA viene soppresso, al pari dell’Agenzia per la diffusione delle tecnologie per l’innovazione e del Dipartimento per la Digitalizzazione e Innovazione tecnologica; il medesimo decreto legge n. 83/12 istituisce l’Agenzia per l’Italia digitale (AgID) a cui sono trasferite le funzioni di tali enti, mentre le attività di Centrale di committenza di DigitPA per conto delle Pubbliche Amministrazioni, sono affidate a Consip.

I clienti possono consultare in questa sezione le proprie posizioni assicurative secondo quanto previsto dal Regolamento IVASS n. 41 del 2 agosto 2018.

Prima di accedere scarica la reference card con le istruzioni per le funzionalità offerte.

I prodotti per i quali è attiva l’Area personale, nel rispetto dell’art 42 del Reg. IVASS n. 41/2018, sono i seguenti:

  • Concessioni Edilizie
  • Ingresso Stranieri
  • CAR Merloni
  • CAR 210 Appalti fra Privati
  • Decennale Postuma Indennitaria
  • Compromesso Decennale Postuma Indennitaria
  • Decennale Postuma Appalti Pubblici
  • Compromesso Decennale Postuma Appalti Pubblici
  • Polizza Protezione Infortuni
  • R.C. Impresa
  • R.C. Famiglia
  • R.C. del Progettista
  • R.C. Professionale Autotrasportatori
  • Polizza Protezione Incendio
  • Polizza Protezione Incendio Mutui

Per registrarsi utilizzare il pulsante “Registrazione Area Personale” presente in questa pagina. Sarà sufficiente indicare:

  • Nome e Cognome
  • Password
  • Codice fiscale
  • Indirizzo di posta elettronica
  • Numero di polizza

A seguito della registrazione le sarà inviato un messaggio di posta elettronica, all’indirizzo da lei indicato, con le credenziali.

Per accedere all’Area Personale utilizzare il pulsante “Accesso Area Personale” presente in questa pagina.

La registrazione e l’accesso all’Area personale sono consentiti solo al Contraente di polizza.

Elba Assicurazioni Spa garantisce la tutela della riservatezza e la protezione dei dati e delle informazioni rese disponibili nell’Area personale. Per maggiori informazioni si rinvia alla Privacy Policy

Il servizio è gratuito ed è fruibile da qualsiasi postazione con accesso internet.

Il nostro Contact Center è a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00. Tel. 055 5324650

Regolamento ISVAP n. 24 del 19 Maggio 2008

Il soggetto che si reputi insoddisfatto con riferimento ad un contratto o un servizio assicurativo della Compagnia può presentare reclamo, utilizzando l’apposito modulo (“Modulo per reclamo alla Compagnia“).

Non sono considerati reclami le richieste di informazioni o di chiarimenti, le richieste di risarcimento danni o di esecuzione di contratto.

Il reclamante deve essere titolato a far valere il diritto alla trattazione del reclamo da parte della Compagnia, quale ad esempio il contraente, l’assicurato, il beneficiario o il danneggiato.

Il reclamo deve essere inviato alla Compagnia, con le seguenti modalità alternative:

E’ importante compilare il modulo in tutte le sue parti o, comunque, indicare nel reclamo i seguenti contenuti:

  • Dati identificativi (nome, cognome, data e luogo di nascita, domicilio);
  • Numero polizza;
  • Recapito telefonico al quale il reclamante desidera essere eventualmente contattato;
  • Una descrizione chiara dei motivi per i quali si presenta il reclamo;
  • Eventuale documentazione a supporto dei fatti oggetto di contestazione.

La Compagnia risponderà al reclamante entro 45 giorni dal ricevimento dell’istanza. Nel caso di reclami concernenti il comportamento degli Agenti e dei loro dipendenti/collaboratori di cui la Compagnia si avvale per lo svolgimento dell’attività di intermediazione assicurativa, si provvederà direttamente alla loro gestione, entro il termine massimo di 45 giorni, ferma restando la possibilità di sospendere tale termine per un massimo di 15 giorni per le necessarie integrazioni istruttorie.
Nel caso di reclami concernenti il comportamento dei Broker e loro dipendenti/collaboratori, questi potranno essere a loro indirizzati e la relativa gestione ricadrà direttamente sull’Intermediario interessato. Nel caso in cui tali reclami fossero indirizzati ad Elba Assicurazioni S.p.A., la stessa provvederà a trasmetterli al broker interessato dandone contestuale notizia al reclamante.

Qualora il reclamante non si ritenesse soddisfatto dall’esito del reclamo, o in caso di assenza di riscontro nel termine massimo di 45 giorni, potrà rivolgersi all’IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) inviando il reclamo utilizzando l’apposito modulo https://www.ivass.it/consumatori/reclami/Allegato2_Guida_ai_reclami.pdf

L’invio potrà avvenire con le seguenti modalità alternative:

  • Posta ordinaria a: IVASS Servizio Tutela degli Utenti – via del Quirinale, 21 – 00187 Roma
  • Fax al numero 06 42133206
  • Posta elettronica certificata (PEC) all’indirizzo: tutela.consumatore@pec.ivass.it

Il reclamante dovrà inviare anche copia del reclamo già inoltrato alla Compagnia ed il relativo riscontro. In caso di utilizzo della PEC è opportuno che gli eventuali allegati siano in formato PDF.

In questi casi e per i reclami che riguardano l’osservanza della normativa di settore da presentarsi direttamente all’IVASS, nel reclamo deve essere indicato:

  • Nome, cognome e domicilio del reclamante, con eventuale recapito telefonico;
  • Individuazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato;
  • Breve descrizione del motivo di lamentela;
  • Copia del reclamo presentato all’impresa di assicurazione e dell’eventuale riscontro fornito dalla stessa;
  • Ogni documento utile per descrivere più compiutamente le relative circostanze.

L’IVASS, comunica al reclamante l’esito della gestione del reclamo entro 90 giorni dall’acquisizione degli elementi di valutazione necessari.

Qualora la risposta fornita sia insoddisfacente o la stessa non pervenga entro i termini previsti, prima di interessare l’Autorità Giudiziaria, il reclamante potrà ricorrere ai sistemi regolamentati di risoluzione stragiudiziale delle controversie.

In ossequio alle disposizioni di cui al Regolamento  Europeo n. 679 del 27 aprile 2016 – i dati forniti saranno trattati per le finalità strettamente connesse all’evasione della segnalazione, nel rispetto della vigente normativa in materia di privacy, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza degli stessi. Per maggiori informazioni si invita a leggere l’informativa consegnata in occasione della stipula della polizza o la privacy policy della Compagnia.

Prospetto riepilogativo anno 2020

I reclami ricevuti sono inerenti ai rami Cauzioni, Altri Danni ai Beni e R.C. Diversi. L’area aziendale principalmente interessata è quella Liquidativa, con un’incidenza del 88% sui reclami ricevuti.

Numero di reclami ricevuti

Trattabili 9
Non Trattabili 0
Totale 9

Numero di reclami trattabili

Evasi Accolti 4
  Transatti 1
  Respinti 3
In istruttoria al 31 dicembre 2020   1

Tempo medio di evasione*   21,00

* calcolato sommando i giorni intercorrenti tra la data di ricezione e quella di evasione dei reclami e dividendo per il numero dei reclami stessi

Reclami ri-aperti a seguito di ulteriori lamentele 0
Reclami ri-aperti accolti o transatti 0
Comunicato Stampa del 30 Novembre 2018
La Compagnia segnala la commercializzazione di polizze contraffatte nella forma e nei contenuti relative al ramo Cauzioni. La Compagnia nel dichiarare la propria totale estraneità con l’emissione di tali polizze, rende noto di avere da tempo provveduto a facilitare il controllo della veridicità delle proprie polizze …